NON È NATALE, MA GLI SPARTANS SONO GENEROSI E REGALANO LA VITTORIA A VALSESIA

Gara buttata via dagli Spartans che, venerdì 3 maggio, sono usciti sconfitti dal PalaLoroPiana di Borgosesia. I troppi errori individuali e la mancanza di forma fisica hanno determinato questo risultato negativo che, come nelle altre sfide contro Valsesia, sarebbe potuto essere evitabile. Nonostante un inizio shock e l’assenza di Guffanti dell’ultimo minuto, i gialloneri si riprendono verso la fine e arrivano al -4 con troppi rimpianti: la gara finisce 65 a 61 per Valsesia.

Inizio traumatico per i ragazzi di coach Facchin che trovano una giusta attenzione difensiva vanificata da ben quattro palle perse consecutivamente nei primi cinque possessi. A rompere i canestri ci pensa la tripla di Huti che accende improvvisamente anche i valsesiani: con tre canestri dall’angolo di Ghiani consecutivi, Borgosesia si porta già a +6 e la strada giallonera si fa subito ripida. Benché la risposta di carattere ci sia stata da parte borgomanerese, il risultato si amplia in favore dei valsesiani che chiudono il quarto in vantaggio di dieci lunghezze (21-11). Nella seconda frazione la situazione si fa più equilibrata: entrambe le compagini viaggiano a ritmi pari e la gara resta nelle mani di Borgosesia. I cambi forzati di coach Facchin non rendono come dovrebbero e la possibile rimonta è sempre più lontana. Sul tabellone si legge il risultato di 35 a 24 durante il suono della seconda sirena di questa sfida.

Nella terza frazione la musica non cambia. Coach Facchin cambia la tattica difensiva e mette in difficoltà momentaneamente il gioco dei rivali, tuttavia la situazione cambia in fretta: Gemelli e Robino rimandano indietro ogni tentativo giallonero di recupero e la differenza di punteggio rimane invariata quando la sirena suona per la penultima volta in questa serata. È nell’ultima frazione che gli Spartans giocano il loro basket, determinato e intenso, seppur gli errori rimangano costanti anche in questo quarto. Nonostante un inizio tragico di frazione, i borgomaneresi si riprendono alla grande e, grazie a Huti e i tiri liberi di Angelino, scalano la montagna passo dopo passo fino ad arrivare a vedere la vetta. Ed è proprio nel momento di gustarsi il panorama che gli Spartans crollano di nuovo: Gemelli e Robino, come già successo in questa gara, rispediscono giù i gialloneri, anche se di poco, facendo perdere loro la giusta fiducia. Seppur la tripla della guardia valsesiana abbia in parte tagliato le gambe ai gialloneri, è proprio il successivo tiro dall’arco di Breganni a riaprire le speranze, siglando il -7. La fiamma si riaccende sulla panchina di coach Facchin e con ottima attenzione difensiva si va a -4 con palla in mano. Nel momento più importante, tuttavia, Angelino e Hryhoryev perdono la lucidità oltre al pallone e Borgosesia non si fa pregare per rimettere le distanze. Il lavoro successivo di Huti e Breganni, assieme ai falli sistematici, non servono per tentare una insperata rimonta negli ultimi momenti di partita e, all’ultimo possesso giallonero, la palla persa di Hryhoryev sancisce la fine del match per 65 a 61.

Partita sempre rimasta in mano agli avversari che, tuttavia, hanno subìto non pochi brividi nel finale di gara. Il pessimo inizio ha condannato gli Spartans alla rincorsa lungo tutto il match, ma il finale in crescita lascia un po’ di soddisfazione a coach Facchin, il quale può provare a crederci nelle prossime due gare decisive per tentare il colpaccio salvezza. Certamente il copioso quantitativo di punti regalati agli avversari non sarà da elargire alla forte Pallacanestro Novi se si vuole provare a portare a casa il risultato, pertanto ci sarà da mantenere alto il livello di concentrazione. Lascia lo stesso l’amaro in bocca questa sconfitta, nonostante la classifica già definita prima del salto a due, poiché gli Spartans hanno regalato il primo quarto agli avversari come già successo troppe volte in questa disperata stagione, ma la reazione finale deve essere il punto di partenza per la prossima gara.

Prossimo appuntamento che ancora non conosce una data ma solo l’avversario: la Metal Luxury Pallacanestro Novi. Sicuramente il primo match di questa serie si giocherà in trasferta mentre gara 2 sarà certamente in casa, con l’eventuale bella in trasferta. La Pallacanestro Novi, squadra tecnicamente ben messa, si è fatta sfuggire l’accesso al girone Gold all’ultima giornata per mano dei Rices Vercelli e, in questa seconda fase infernale, ha inanellato 6 vittorie e sole 2 sconfitte risultando la prima classificata della Poule 1. Aspettando le notizie dal Comitato Regionale sulla data, non rimane altro che lavorare duramente e prepararsi alla prossima gara, cercando in ogni modo di rimanere nella categoria.

Di seguito i tabellini:

Valsesia – Spartans 65-61

(21-11, 35-24, 51-40)

Valsesia: Rotti ne, Gemelli 16, Ballarini 7, Ferrara, Messina 13, Varola, Galli, Ghiani 12, Pavero 2, Canova, Robino 14, Scansetti 1. All. Gagliardini/Cerri.

Spartans: Hryhoryev 8, Rossini 1, Angelino 10, Breganni 6, Zirotti 2, Huti 25, Bonelli 2. All. Facchin.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.